Una Finanziaria che non piace a nessuno

di Emanuela Melchiorre – 23 ottobre 2007

L’opinione internazionale sull’operato del governo Prodi è negativa. L’ultimo Ecofin (Consiglio dei ministri finanziari) ha criticato la Finanziaria 2008 in corso di approvazione, definendola una manovra non in linea con il piano di rientro del debito, stabilito entro il 2010. Anche il Fondo Monetario internazionale si è mostrato deluso dall’azione dell’esecutivo italiano in merito al rientro del debito e alla destinazione del «tesoretto», usato per coprire l’aumento delle spese correnti. L’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico ha segnalato che l’aumento della pressione fiscale in Italia (dell’1,7%) è stato il più alto tra tutti i Paesi Ocse, raggiungendo una soglia (43,1% del PIL) del tutto superiore alla media degli altri Stati.

Intanto, all’interno dei confini nazionali, si è assistito in questi giorni al «balletto» tra Bankitalia e Tesoro sulle cifre e sul «lento» rientro del deficit compiuto dal governo. La Banca centrale italiana, nel bollettino economico di ottobre, ha ribadito quanto già sostenuto, cioè che il rientro del deficit è insufficiente e che la spesa pubblica, cresciuta con l’attuale governo del 3% rispetto a quella del precedente governo Berlusconi, è diventata una «emergenza». Il governatore Mario Draghi, in occasione dell’audizione parlamentare per la Finanziaria 2008, ha affermato, a proposito della finanza pubblica, che dopo il miglioramento conseguito nel 2006, dovuto al maggior introito da imposte rispetto al livello previsto dall’attuale governo, i progressi nella riduzione degli squilibri di bilancio sono oggi modesti. Ciò sta a significare che le notevoli entrate fiscali, che nel 2006 sono state di 257,1 miliardi di euro grazie alla crescita del PIL conseguente alla politica espansiva e di investimenti del governo Berlusconi, e nel 2007 di ben 273,6 miliardi in seguito invece allo spregiudicato aumento della tassazione messo in atto dall’attuale governo, non sono neppure state sufficienti alla copertura delle maggiori spese operate dal governo Prodi.

Con buona probabilità, secondo l’opinione di Draghi, il mancato rientro dell’indebitamento netto al di sotto del 3% del PIL comporterà per l’Italia l’attivazione delle procedure per i disavanzi eccessivi. Se ciò avverrà, le conseguenze saranno di tipo pecuniario e finanziario. Infatti, quando il Consiglio europeo decide che in uno Stato membro esiste un disavanzo eccessivo, gli invia innanzitutto le opportune raccomandazioni. Se lo Stato membro non fa cessare tale situazione entro un determinato periodo e non si conforma a queste raccomandazioni, il Consiglio può intimargli di prendere le misure volte alla riduzione del disavanzo ed eventualmente applicare sanzioni o ammende. Infine, può invitare la Banca europea per gli investimenti (BEI) a riconsiderare la sua politica di prestiti verso lo Stato in questione.

La Finanziaria 2008 non riscuote consensi nemmeno tra gli esponenti della stessa maggioranza, i quali, su un totale di 1.787 emendamenti, ne hanno presentati ben 982, quindi molti di più di quelli presentati dall’opposizione (805). Ma questo ultimo aspetto non stupisce molto, in quanto è del tutto coerente con l’atteggiamento assunto da alcuni esponenti del governo in questo arco di legislatura. Si è assistito infatti molte volte a manifestazioni in piazza di rappresentanti della maggioranza per protestare contro lo stesso governo. L’ultima in ordine di tempo è stata quella che ha avuto luogo a Roma sabato, alla quale hanno partecipato anche sottosegretari dell’esecutivo.

Emanuela Melchiorre

Annunci

2 Responses to “Una Finanziaria che non piace a nessuno”

  1. Wow belli questi articoli….

  2. Questa finanziaria non piace manco a Prodi e con molte provabilità così come l’hanno pensata non passerà mai ma è servita a farmi conoscere ed apprezzare l’ottima esposizione e capacità di critica dell tua penna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: