Trichet promuove la manovra italiana

di Emanuela Melchiorre

pubblicato su www.ragionpolitica.it il 9 settembre 2011

Notizie poco rassicuranti emergono dalla conferenza stampa che Jean Claude Trichet di giovedì pomeriggio. Le aspettative delle Borse europee sulle parole del governatore della Bce sono state disattese. Infatti, dopo l’intervento del presidente della Bce che ha parlato di crescita moderata per l’economia dell’Eurozona, le borse hanno reagito a caldo ed hanno cominciato a girare in negativo. Londra ha perso lo 0,5% e Francoforte l’1,02%%. Milano ha ceduto lo 0,26% e Parigi lo 0,36%. La chiusura è stata poi positiva per le principali piazze europee, con l’indice Ftse Mib di Milano, migliore in Europa, che conclude la seduta guadagnando lo 0,69%.

In realtà non stupisce una simile reazione visto che J.-C. Trichet, durante la sua ultima conferenza stampa in veste di presidente della Bce, ha detto che la crescita della zona euro è «modesta e soggetta ad un’elevata incertezza» e che «i rischi si sono intensificati». Benzina sul fuoco che divampa tra i mercati europei e internazionali. Mentre sono mancate le risposte di cui i mercati avevano più bisogno e relative alle prossime acquisizioni dal parte della Bce dei titoli di stato dei paesi membri. Trichet, infatti, non ha voluto rilasciare commenti su ulteriori acquisti di titoli di stato italiani da parte dell’Istituto di Francoforte: «Come sapete – ha detto il governatore uscente – la Bce non fa mai alcun commento sul programma di acquisti di titoli di Stato. Si vedranno le cifre ogni lunedì quando pubblichiamo i volumi su cui siamo intervenuti».

La minore crescita ha comunque allentato le incertezze dal lato dell’inflazione, anche se i prezzi «rimarranno elevati e sopra il 2% nei prossimi mesi». Le aspettative dell’inflazione della banca centrale resteranno dunque «fermamente ancorate» e «in linea con il nostro obiettivo del 2%». Questo sta a significare che oltre ad aver lasciato invariato all’1,50% il tasso di riferimento dell’Eurozona, nel prossimo futuro è improbabile che la Bce applicherà improvvidi aumenti dei tassi di interesse. Di riflesso rimarranno inalterati anche i tassi sui prestiti (attualmente a 2,25%) e sui depositi (0,75%).

Per quanto riguarda l’Italia il presidente della Bce ha detto che le ultime decisioni prese dal governo sulla manovra di correzione dei conti pubblici sono «confortanti». «Abbiamo visto l’impegno del governo italiano – ha commentato J.-C. Trichet -. Abbiamo una conferma che si sta attuando quanto detto e questa é una conferma importante». È un giudizio rilevante quello del governato della Bce poiché la credibilità del governo e delle sue politiche è cruciale in questi momenti concitati.

Altrettanto cruciale è la credibilità dei programmi per ripristinare la fiducia dei mercati e Trichet si è mostrato convinto della buona riuscita dei programmi posti dal governo italiano. I piani di rientro vanno «attuati pienamente e rapidamente» – ha commentato il presidente – «I governi della zona euro – ha affermato Trichet – mostrino inflessibile determinazione per onorare in pieno gli impegni sottoscritti». Questo «è un elemento decisivo per la stabilità finanziaria».

Trichet ha poi concluso il suo intervento illustrando il suo operato in questi anni di crisi economica. Non stupisce che i toni si siano scaldati dopo che qualche giornalista gli ha ricordato le critiche ricevute da parte di alcuni Paesi, soprattutto in relazione al sostegno ai Paesi in difficoltà. E la risposta è stata da copione e o meglio da statuto. La Bce non tutela il benessere o lo sviluppo economico, ma solo la stabilità monetaria. Quindi non poteva che commentare quanto segue: «Seguiamo il nostro mandato che é garantire la stabilità dei prezzi per gli europei e ci siamo riusciti, nei 12 anni di vita dell’euro, meglio di quanto abbiano fatto anche i migliori Paesi europei in passato». Ciò non toglie che i paesi dell’euro arrancano, si barcamenano in una palude di difficoltà finanziarie ed economiche, non sostenuti da alcun organismo europeo indipendente, come la Bce, e quindi necessariamente tecnico o legittimamente eletto e quindi politico».

Tirando le somme la moneta unica non subisce forti sbalzi di inflazione ed è pressoché stabile anche nel valore del suo cambio con le altre monete internazionali. Ciò non toglie che la sua stabilità valutaria è tutt’altro che vantaggiosa per i paesi dell’euro area, i quali sono costretti ad esportare a prezzi relativi in termini di valute assai elevati. Ma in fondo poco importa, perché l’obbiettivo è comunque raggiunto! «La nostra indipendenza é inflessibile, facciamo il nostro lavoro ed é un lavoro difficile», ha detto Trichet. Il suo vanto è stato quello di non aver ascoltato le richieste dei maggiori paesi europei : «Non c’é bisogno che vi ricordi quali Paesi nel 2004 ci hanno chiesto di tagliare i tassi, Germania e Francia, e non lo abbiamo fatto e chi ci ha chiesto di allentare i termini del Patto di stabilità e di crescita, Germania, Francia e Italia, i tre Paesi i le più grandi dell’Eurozona». Ma a molti, o forse a pochi, sicuramente a chi scrive ascoltando in diretta le parole del presidente uscente della Bce sono venute alla mente le analogie stringenti tra l’euro e l’escudo portoghese di Salazar, quando l’economia portoghese era povera, ma l’escudo portoghese era invece una moneta forte e un vanto per il suo dittatore.

Annunci

One Response to “Trichet promuove la manovra italiana”

  1. Anyone in Public Office needs to PASS a budget course before they are entitled to have any say about MONEY!The most important person, teacher, fireman, and on & on IS NOT the fault. Look at there UNIONS, The Big wigs, Lobbyist, CEOs who make sure they get MONEY. Then we have all these so called Wash. DC people who are suppose to be in there FOR the PEOPLE making sure they get the best Nutz to the rest of us. November is comming VOTE. LETS clean HOUSE and fire the whole bunch of no-gooders! Start RIGHT at the TOP! Stop this overspending unsensitive horror that is going on!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: