ABOLIZIONE DI FATTO DEL LIMITE DEL QUINTO PIGNORABILE

Un orientamento molto vessatorio della giurisprudenza consente da tempo la possibilità a favore del fisco di pignorare tutto il denaro depositato dal contribuente presso un conto corrente, compresi gli stipendi e le pensioni, perché questi, una volta depositati in banca, diventano un unicum con il patrimonio del debitore.

Questo orientamento ha sempre suscitato alcune riserve di costituzionalità in quanto contrastante con i limiti all’obbligo del cittadino di concorrere alle spese pubbliche in ragione della propria capacità contributiva (art. 53 C.), che per definizione non può essere né uguale, né superiore all’intero reddito, né tantomeno all’intero patrimonio.

Fino a qualche tempo fa il lavoratore e il pensionato godevano di una garanzia alla loro sopravvivenza in relazione al limite del quinto applicabile alla pignorabilità dello stipendio e della pensione, che potevano essere corrisposti e detenuti sotto il mattone piuttosto che sul conto.

Oggi col nuovo obbligo di apertura del conto per chiunque abbia introiti pari o superiori ai 1000 euro, introdotto con il Decreto Salva Italia (mai nomignolo tanto poco appropriato per un decreto!), il creditore aggirerà agevolmente il problema del limite del quinto al pignoramento della pensione o dello stipendio, notificando l’atto di pignoramento direttamente alla banca anziché all’Inps o al datore di lavoro. Di fatto quindi con l’obbligatorietà del versamento sul conto corrente è stato abolito quel presidio di garanzia del cittadino rappresentato dalla non pignorabilità del totale dello stipendio o della pensione che aveva il sacrosanto obbiettivo di non ledere l’individuo nella sua dignità.

continua a leggere…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: